Moretti (Pd): ddl Pillon legge retrograda contro le donne

Luc

Roma, 22 lug. (askanews) - "Salvini ha voluto che il ddl Pillon tornasse in Parlamento e il M5S, dopo aver come al solito riempito giornali e tv di critiche, non muove un dito contro la peggior legge possibile di riforma del diritto di famiglia. Una norma che prevede la possibilità di sottrarre i bambini alle madri facendo appello a quella inesistente sindrome di alienazione parentale che rappresenta un ricatto alle donne: se te ne vai ti tolgo tuo figlio. Eccolo qui il disegno medievale dei sovranisti, respingere le donne indietro, negando il faticoso percorso di emancipazione fatto sin qui. Anche in questo caso non si vedono differenze di sorta tra Salvini e Di Maio: uniti nel nome delle poltrone sono capaci di passare sopra anche al benessere e alla felicità dei nostri figli. Un fatto ancora più grave considerato lo sciacallaggio dei grillini sulla vicenda di Bibbiano: la legge che porta le loro firme mette a rischio i bambini che diventano oggetto dei ricatti e delle manipolazioni degli adulti. Il Pillon non deve passare, difendiamo le donne e difenderemo la società dalla deriva oscurantista che vuole imprimerle questo governo". Così in una nota l'europarlamentare del Pd Alessandra Moretti.