Morgan: "Weinstein era amico di Asia, esagerato parlare di violenza"

Adx

Roma, 14 nov. (askanews) - Anche Morgan, l'ex marito di Asia Argento, ha parlato delle molestie sessuali ricevute dall'attrice da parte del produttore Harvey Weinstein. Il cantautore ha spiegato a 'Il Mattino' il suo pensiero: "Ma perché Asia e altre persone hanno denunciato le molestie solo adesso? Perché non l'hanno fatto prima, quando Harvey Weinstein era uno degli uomini più potenti del mondo? Improvvisamente ha passato dei guai e ora tutti gli si sono piombati addosso come avvoltoi. Adesso mi viene quasi da provare pietà per lui", ha detto. Morgan ha raccontato dell'amicizia tra Asia Argento e Weinstein: "Certo che me ne aveva parlato, Weinstein era un suo amico. Non so che dire, io sono completamente fuori da tutta questa questione, anche se trovo esagerato parlare di violenza. Le persone che vengono violentate hanno dei problemi seri con sé stesse, hanno vergogna anche a parlare con la loro mamma", ha aggiunto. "Non lo so, ma le persone che subiscono violenze non ottengono guadagni da questo, come un posto di lavoro, hanno solo da perdere. Non ho il livello per parlarne, ma le bimbe violentate perdono la loro essenza di vita. Quella invece è una scelta, non bisogna confondere con la violenza che è abominevole ed è uno degli atti peggiori che un essere umano possa commettere. In questo caso non mi sembra di doverla mettere in questi termini", ha infine concluso.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità