Morisi indagato per droga, Conte: "Non speculo su Salvini"

·1 minuto per la lettura

''Questa vicenda non è capitata a Salvini. E' una vicenda personale e per quanto ne sappiamo anche una vicenda giudiziaria'' ma ''vediamo le indagini. Non voglio fare strumentalizzazioni e speculazioni politiche. Contesto Salvini e la Lega solo sul piano politico''. Lo dice l'ex premier Giuseppe Conte ospite di 'Di Martedì', a chi gli chiede cosa ne pensa della tempistica del caso Morisi e del parallelo che alcuni fanno con la 'citofonata' di Matteo Salvini a un immigrato, presunto spacciatore.

''Distinguiamo le cose: il caso Morisi è una vicenda personale. Non auguro a nessuno di essere condannato, spero possa chiarire presto la sua posizione. Salvini ha una responsabilità, non per i comportamenti di Morisi ma perché in questa fase non sta dando un segnale chiaro sui Green Pass e sul completamento della campagna vaccinale. Quando si oscilla tra no vax e ni vax e no pass si dà un messaggio sbagliato, che fa male al Paese. Fi, lo riconosco pubblicamente, ha avuto una atteggiamento di maggiore responsabilità. Ero diventato un dittatore sanitario... Tutto questo fa male al Paese''.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli