Morisi, Salvini: capro espiatorio, fango verrà smaltito

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 28 set. (askanews) - L'ex responsabile dei social della Lega Luca Morisi è stato preso come "caprio espiatorio e vittima sacrificale" dai media e dai partiti e "il fango sparso in queste ore, verrà smaltito e poi a chiedere scusa so già che saranno in pochi". Lo ha affermato il leader della Lega Matteo Salvini a margine di un sopralluogo all'ex macello di viale Molise a Milano con il candidato sindaco del centrodestra Luca Bernardo, replicando a una domanda sulll'apertura di un'indagine sullo stesso Morisi per cessione di droga.

"Mi dispiace non per me ma quando prendono come capri espiatori e vittime sacrificali altre persone mi dispiace. Io non faccio politica così - ha detto - Io spero che il figlio di Beppe Grillo venga assolto. Spero che non ci siano problemi economici a casa Conte, perché non godo dei problemi degli avversari. Li voglio sconfiggere lealmente sui progetti".

A chi lo ha incalzato sul caso, Salvini ha replicato: "Le vicende private e personali non le commento. Di nessuno: né degli avversari né degli amici. La stessa procura dice sostanzialmente che non c'è reato, quindi giudizi morali non ne do". E ha aggiunto: "Confido che tutto si risolva in nulla, intanto mi spiace perché il fango sparso in queste ore, verrà smaltito e poi a chiedere scusa so già che saranno in pochi".

Salvini ha poi ribadito il suo no alla droga: "La lotta contro ogni tipo di droga è mia ragione di vita. Non sarò mai a favore del consumo della droga, della liberalizzazione, della legalizzazione, della distribuzione di nessun tipo di droga. E chi la usa sbaglia. Permettetemi però di dire che in un Paese normale, visto che di indagini sulla Lega e su di me, ne avete fatte a decine e sono finite in nulla, sto ancora aspettando di sapere dove sono i rubli di Putin, gli amici mafiosi di Siri, gli errori dei nostri parlamentari. Tutto è finito in nulla. Purtroppo, ogni Paese ha la giustizia e il giornalismo che si merita".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli