Morra: contro mafie serve battaglia di tutti, in gioco democrazia

Pol/Arc

Roma, 14 nov. (askanews) - "Quella contro le mafie deve essere una battaglia condotta da tutti". Lo ha sottolineato il neo-presidente della commissione parlamentare Antimafia, Nicola Morra, in un lungo intervento pubblicato sul blog delle stelle.

"Troppe volte - ha proseguito - è accaduto che minacce, intimidazioni e ricatti nei nostri territori abbiano prodotto il silenzio. In questo fitto velo di omertà certe trame sono risultate vincenti per far prevalere l'ingiustizia attraverso l'intimidazione mafiosa, strumento meschino di chi, non avendo idee e contenuti da proporre, si impone solo e soltanto con la violenza".

"Per il Movimento 5 Stelle - ha rivendicato - la lotta e il contrasto alla criminalità organizzata, alle mafie è sempre stata la priorità politica. Da Presidente continuerò questo impegno, un impegno super partes, che non potrà che essere condiviso da tutti i partiti perché o si lotta contro le mafie o si è complici. Per questo la nostra comunità non può più consentire che la lotta alla mafia venga condotta da pochi, poiché il rischio che corriamo è che il sacrificio di veri e propri 'eroi' non scongiuri la conseguente sconfitta del popolo. È fondamentale che TUTTI ci si senta coinvolti in quest'azione di contrasto alle mafie: ne va della nostra DEMOCRAZIA!".