Morra: non si muove foglia che la masso-mafia non voglia

Pol/Bar

Roma, 23 dic. (askanews) - "L'operazione in Calabria ha disvelato che non si muove foglia che la masso-mafia non voglia". Lo ha detto Nicola Morra (M5S), presidente della commissione parlamentare antimafia, ai microfoni della trasmissione "L'Italia s'è desta" su Radio Cusano Campus.

Il maxi blitz contro la 'ndrangheta "rappresenta - ha osservato - un grido dall'allarme per il nostro Paese. Non è soltanto un'operazione di Gratteri. La direzione distrettuale antimafia ha chiesto al gip di confermare queste richieste cautelari. Questo è un lavoro che nasce da anni di indagine, da una richiesta di misure cautelari monumentali, confermata da un giudice. Fermo restando che tutto dovrà essere confermato in altre e plurali sedi, sono convinto che l'indagine non disveli null'altro del fatto che in Calabria non si muove foglia che la masso-mafia non voglia".

"Bruna Bossio attacca Gratteri? Anche Sgarbi se è per questo. Ma più che queste manifestazioni di folklore, la cosa più grave - ha sostenuto l'esponente stellato - è il silenzio, l'omissione. Se si vuole dare una mano a questa Calabria che vuole dar fiducia allo Stato, lo Stato deve fare la stessa cosa per questi cittadini, deve fare una scelta di campo ed anche velocemente".