Morso da un'ape muore dopo essere andato all'ospedale

·2 minuto per la lettura
vespa killer
vespa killer

Un falegname di 58 anni era stato punto da un’ape. Dopo essere stato trasferito d’urgenza in ospedale, l’uomo è deceduto durante la notte per shock anafilattico. L’episodio è accaduto a Oria, in provincia di Brindisi. Secondo gli espetti si tratta di un evento molto raro. La vittima si chiamava Maurizio Zingarofalo. L’uomo lascia una moglie e tre figli. Nessuno sapeva se il 58enne potesse essere allergico alle punture di api, proprio per questo motivo sono in corso delle indagini. Il 58enne ha iniziato a sentirsi male dopo essere stato morso dall’insetto, per poi manifestare i sintomi da shock anafilattico dinanzi allo stupore dei presenti.

Punto da un’ape muore: si parla di morte assurda

Come riporta Libero Quotidiano, molti di coloro che conoscevano Maurizio Zingarofalo hanno parlato di morte improvvisa e assurda. Secondo gli esperti sarebbe molto raro che una semplice puntura d’ape possa provocare la morte a un essere umano. Nella maggior parte dei casi, l’insetto in questione, oltre al dolore causato dal pungiglione, può portare solamente a semplici reazioni allergiche. Nel frattempo, dato che la morte è avvenuta per cause naturali, l’autorità giudiziaria ha disposto che la salma del 58enne venga restituita ai suoi cari.

Punto da un’ape: i sintomi da shock anafilattico

Come informa Today i sintomi da shock anafilattico si suddividono in quattro stadi, a seconda della gravità. Essi sono rappresentati in crescente progressione dai primi sintomi che si limitano al livello locale, per poi aggravarsi manifestando un vero e proprio shock allergico. Si inizia con prurito e gonfiori che si espandono anche oltre la zona interessata, per arrivare a vertigini e difficoltà respiratore causate dall’ispessimento dell’apparato respiratorio, fino al collasso. I sintomi, tuttavia, non si manifestano necessariamente secondo gli step qui descritti, ma alcuni individui accuserebbero solo una parte di essi. Se i sintomi allergici si espandono oltre la zona del corpo interessata dalla puntura, si consiglia di chiamare immediatamente il medico di pronto intervento.

Punto da un’ape: morta un’altra persona in circostanze tragiche

Oltre al triste episodio di Maurizio Zingarofalo, morto per shock anafilattico dopo una puntura di ape, si segnala anche una tragica dipartita avvenuta a Genova. Il signor Francesco Conte (53 anni) aveva contattato il medico, in quanto accusava sintomi di infarto. Conte, tuttavia, non è stato ricoverato, morendo trenta ore dopo la visita avvenuta in casa. In seguito a tale episodio è stata aperta un’inchiesta da parte della procura di Genova.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli