Morta Carla di Veroli, esponente della comunità ebraica di Roma

·1 minuto per la lettura

Morta Carla Di Veroli, testimone antifascista e nipote dell'unica ebrea romana sopravvissuta al rastrellamento del ghetto il 16 ottobre del 1943. Lo annuncia sui social Ruth Dureghello, presidente della Comunita' Ebraica Di Roma. "Con il permesso della famiglia e con grande tristezza vi comunico che è venuta a mancare la nostra amica Carla Di Veroli. Appena possibile verrà comunicata la data del funerale. Piangiamo una grande donna - prosegue - combattente e coraggiosa e con un immenso cuore ebraico".

Carla Di Veroli, attivista di lungo corso della Comunità Ebraica Di Roma, impegnata anche nella politica cittadina, era stata assessore in Municipio XI. Nipote Di Settimia Spizzichino, l'unica donna sopravvissuta al rastrellamento del Ghetto del 16 ottobre 1943, la Di Veroli era impegnata nel contrasto all'antisemitismo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli