Morta Federica De Biasi, la pallavolista uccisa dalla leucemia

federica de biasi leucemia

Una lotta di cinque anni non è bastata a Federica De Biasi per sconfiggere la leucemia. Si è spenta a 32 anni nella notte di venerdì 2 agosto la pallavolista di Santa Giustina in Colle, in provincia di Padova. La ragazza avrebbe compiuto 33 anni il prossimo 24 agosto: tanti i messaggi di condoglianze da parte di amici e parenti.

Morta Federica, uccisa dalla leucemia

Ci sono volte che il male si riesce a sconfiggere, altre in cui ha la meglio, e questa volta purtroppo è andata così. Federica non ce l’ha fatta, non oggi, spegnendosi alla giovane età di 32 anni, dopo una lunga lotta contro la leucemia. Una battaglia durata 5 anni, che l’ha consumata fino alla mattinata di venerdì 2 agosto, quando i medici ne hanno dichiarato il decesso a Santa Giustina in Colle, in provincia di Padova. La ragazza, eccellente pallavolista, aveva giocato prima nella squadra di Fratte e poi nel Loreggia Volley. Nei 5 anni aveva tentato numerose cure e terapie alternative, che aveva poi abbandonato data l’inefficacia.

La storia di Federica

Un male manifestatosi per la prima volta nel dicembre 2014, raccontano i genitori. Nel necrologio del “Il Mattino di Padova” si legge che la leucemia si era manifestata con un intenso prurito, per la quale Federica si era rivolta ad un dermatologo, pensando fosse qualcosa di leggero. Da lì la terribile scoperta: leucemia. I genitori raccontano di una lotta terribile, tra tante cure oncologiche poi abbandonate. Tutte inutili. La morte, infine, venerdì mattina. Federica, per gli amici Chicca, lascia nel dolore i genitori Mariarosa e Gastone e le tre sorelle Valeria, Greta e Aurora.