Morta Raffaella Carrà, il male tenuto nascosto: privacy e riservatezza

·2 minuto per la lettura
Malattia
Malattia

Raffaella Carrà, regina della televisione italiana, ha scelto di tenere segreta la malattia di cui soffriva e che ne ha causato il decesso, avvenuto nel pomeriggio di lunedì 5 luglio.

Raffaella Carrà, la lotta contro la malattia tenuta segreta

Alle ore 16:20 di lunedì 5 luglio, Raffaella Carrà si è spenta all’età di 78 anni, a soli pochi giorni dal suo compleanno, festeggiato lo scorso 18 giugno.

Sulla base delle informazioni sinora diramate, la diva del mondo dello spettacolo italiano è deceduta dopo aver lottato per svariati mesi contro una letale e aggressiva malattia che ne ha, infine, indotto la morte. Il personalissimo calvario vissuto dall’artista di fama mondiale è stato tenuto segreto e, al momento, non è ancora stata rivelata la tipologia di male contro il quale Raffaella Carrà ha dovuto combattere nel corso dell’ultimo periodo della sua travolgente e scoppiettante esistenza.

Raffaella Carrà, la malattia tenuta segreta: eleganza e riservatezza

La battaglia contro la malattia intrapresa da Raffaella Carrà è stata condotta dall’artista con forza e determinazione, mostrando costantemente “una volontà ferrea che fino all’ultimo non l’ha mai abbandonata, facendo sì che nulla trapelasse della sua profonda sofferenza”.

La decisione di mantenere il segreto rispetto alla drammatica situazione vissuta si è sviluppata non soltanto all’insegna della totale tutela della privacy richiesta da Raffaella Carrà ma anche in conformità con la riservatezza e l’eleganza che da sempre hanno contraddistinto la donna.

Sin dagli esordi della sua carriera, del resto, discrezione e sobrietà hanno caratterizzato la vita privata e professionale di Raffaella Carrà: l’acclamata showgirl, infatti, non si è mai resa protagonista di scandali o episodi controversi né ha mai pronunciato affermazioni inadeguate o esibito atteggiamenti sui generis.

Raffaella Carrà, la lotta contro la malattia tenuta segreta: la nota

Nella nota ufficiale diramata da Sergio Japino in seguito all’improvvisa scomparsa di Raffaella Carrà, inoltre, l’ex compagno dell’icona del mondo dello spettacolo italiano ha spiegato: “La grande artista si è spenta dopo una malattia che da qualche tempo aveva attaccato quel suo corpo così minuto eppure così pieno di straripante energia. Una forza inarrestabile la sua, che l’ha imposta ai vertici dello star system mondiale, una volontà ferrea che fino all’ultimo non l’ha mai abbandonata, facendo si che nulla trapelasse della sua profonda sofferenza. L’ennesimo gesto d’amore verso il suo pubblico e verso coloro che ne hanno condiviso l’affetto, affinché il suo personale calvario non avesse a turbare il luminoso ricordo di lei”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli