Morta ragazza dopo Rave Party a Livorno

morta ragazza rave party

Il cadavere di Moira Piermarini, 30 anni di Roma ma residente a Nodica di Vecchiano (Pisa), è stato trovato oggi, lunedì 4 Novembre 2019, a Livorno nel capannone di una ex fabbrica dove l’1 Novembre (Ognissanti) aveva avuto inizio un Rave Party durato 3 giorni, conclusosi nella serata di ieri (domenica 3 novembre) sera e a cui hanno partecipato in centinaia da tutta Italia.

GUARDA ANCHE: San Donato, ruspe in azione nel boschetto della droga


Il corpo della giovane donna si trovava in una posizione isolata: attualmente sono in corso i rilievi della Polizia Scientifica. La questura di Livorno, intanto, fa sapere che il Rave Party non era autorizzato. L’evento ha avuto luogo all’interno dei capannoni della ex Trw, fabbrica che produceva sterzi per auto. I ragazzi presenti erano moltissimi.

GUARDA ANCHE: Rave party in Val Susa, denunciati 117 giovani


Morta ragazza dopo Rave Party

Sul posto è intervenuto il magistrato insieme alla squadra mobile, avviando le indagini del caso. Gli investigatori stanno già ascoltando diversi testimoni per stabilire se la donna sia morta altrove o nello stesso punto dove gli agenti hanno trovato il corpo. Sulla salma sarà effettuata l‘autopsia per cercare di individuare le cause esatte del decesso e stabilire con precisione l’ora della morte.

Inoltre, riferisce sempre la Questura, la polizia, che già aveva svolto mirati servizi di prevenzione nella zona con Carabinieri e Guardia di Finanza, ha denunciato cinque persone per invasione di terreni ed edifici e per l’apertura di area di intrattenimento pubblico senza osservare le prescrizioni a tutela dell’incolumità delle persone. Inoltre, le forze dell’ordine hanno provveduto al sequestro di due furgoni con materiale pesante di vario tipo e apparecchi per il suono.

LEGGI ANCHE: Rave party in Val Susa, denunciati 117 giovani