Morta Silvia Tortora: la figlia di Enzo aveva 59 anni

·1 minuto per la lettura
Silvia Tortora (Foto Virginia Farneti / LaPresse)
Silvia Tortora (Foto Virginia Farneti / LaPresse)

Silvia Tortora, giornalista e figlia del conduttore televisivo Enzo Tortora, è morta questa notte in una clinica romana a 59 anni. 

Nata a Roma nel 1962, Silvia Tortora ha seguito le orme del padre e ha speso gran parte della carriera in Rai, occupandosi di ricostruire la storia del nostro Paese. Figlia di Enzo Tortora e della sua seconda moglie Miranda Fantacci, insieme alla sorella minore Gaia, è sempre stata in prima linea nella difesa delle ragioni del padre, nel corso del processo, che lo vide condannato per associazione camorristica e poi assolto, ma anche dopo la morte. 

VIDEO - A Milano una targa in memoria di Enzo Tortora

La carriera professionale di Silvia Tortora è indissolubilmente legata a "Mixer", storico programma di Giovanni Minoli con il quale iniziò a collaborare già dal 1985. Un sodalizio destinato a durare nel tempo con la partecipazione a "La storia siamo noi", venti anni più tardi, nel quale ricostruì avvenimenti centrali della storia italiana, ma soprattutto realizzò ritratti di grandi personaggi della politica, dello spettacolo e dello sport. 

Dal 2009 ha anche condotto il programma "Big" insieme ad Annalisa Bruchi, in onda su Rai3 in otto puntate, dedicato alla ricostruzione delle vite di volti storici. In carriera anche una parentesi per la carta stampata con la collaborazione con il settimanale "Epoca" dal 1988 al 1997. Nel 2002 ha curato il libro "Cara Silvia", edito da Marsilio Editore e nel 2006 ha pubblicato "Bambini cattivi", sempre con Marsilio Editore. Ha spostato l'attore francese Philippe Leroy, con cui ha avuto due figli Philippe e Michelle.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli