Morta studentessa americana al college per via del Covid

·2 minuto per la lettura
studentessa trovata morta di covid al college
studentessa trovata morta di covid al college

É stata ritrovata morta nella sua camera del college che frequentava, la studentessa americana Bethany Nesbitt. Ancora incredula e sotto choc la famiglia della ragazza.

Studentessa trovata morta al college per via del Coronavirus

Bethany Nesbitt, 20 anni, ragazza solare e prossima alla laurea, è stata ritrovata morta nella sua stanza presso il Grace College, nel Michigan. Tutto è iniziato intorno al 20 Ottobre, quando Bethany, che soffriva di asma, ha manifestato i primi sintomi del Covid. Dopo aver effettuato il tampone ed essere risultato positivo al Coronavirus, la ragazza ha subito provveduto ad isolarsi nella sua stanza. Ma la malattia è stata più forte e nella giornata del 3 Novembre si è portata con sè Bethany, come si apprende da un tweet del fratello, che ne annuncia la scomparsa.

Sul corpo della ragazza è stata predisposta l’autopsia, che ha rilevato come la morte sia avvenuta per cause naturali, come spiegato da un poliziotto al Sun: -“Dopo un’indagine completa e un’autopsia, la causa della morte è stata dichiarata naturale a causa di un embolo polmonare che non era stato rilevato in precedenza e che l’ha uccisa”. Tuttavia il patologo che ha eseguito le analisi sul suo corpo, ha dichiarato che l’embolo e dunque la morte, sia da attribuire al Covid.

La ragazza, come ha tenuto precisare la famiglia, è sempre stata molto attenta sulle norme anti-Covid da adottare. Bethany infatti ha sempre indossato la mascherina, ma nonostante tutto questo subdolo virus è riuscito ad abbatterla. Per questo hanno lanciato un monito ai giovani, che alle volte credono di sentirsi invulnerabili contro il Covid. La storia di Bethany purtroppo dimostra il contrario.