Morte al Baghdadi, capo Pentagono: è un colpo devastante per Isis

Sen

Roma, 27 ott. (askanews) - La morte di al Baghdadi è "un colpo devastante" per l'Isis. Lo ha detto alla Cnn il segretario alla Difesa statunitense, Mark Esper.

"E' un colpo devastante - ha detto il capo del Pentagono -. Non era solo il loro leader, è stato il loro fondatore (dell'Isis ndr.). È stato un leader ispiratore in molti modi. Ha fondato l'Isis nel 2014 e ha portato il califfato in tutta la regione, quindi questo è un duro colpo per loro".

Esper ha inoltre rivelato che il presidente Donald Trump ha approvato il raid americano "alla fine della scorsa settimana" dopo che gli sono state presentate diverse opzioni. L'obiettivo, ha spiegato il segretario alla Difesa, era catturarlo o, se necessario, ucciderlo. "Il Presidente - ha aggiunto Esper - ha approvato un raid contro l'obiettivo, Abu Bakr al-Baghdadi, e se non lo avessimo catturato, ovviamente, lo avremmo ucciso".