Morte dj Viviana Parisi, intercettazioni choc. Il marito: "Mia moglie è fuori di testa"

·2 minuto per la lettura
Viviana Parisi
Viviana Parisi

Spuntano intercettazioni choc nella vicenda di Viviana Parisi, la dj siciliana trovata morta con il figlio Gioele a Caronia, in provincia di Messina, dopo che per giorni si erano perse le tracce di entrambi. Il fatto risale all'agosto dell'anno scorso: la donna sparì con il suo bambino dopo essere rimasta coinvolta in un tamponamento. I loro corpi furono trovati nei boschi sotto l'autostrada qualche giorno dopo. Il marito di Viviana, Daniele Mondello, accusò le squadre di soccorso di non essere stati capaci di trovare sua moglie e suo figlio. In seguito, quando la Procura ha chiesto l'archiviazione del caso ritenendo che Viviana si sia suicidata dopo aver ucciso Gioele, il marito si è opposto perché non crede che sua moglie abbia ucciso Gioele e poi si sia tolta la vita.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Il papà di Gioele: "Così cercavano mio figlio?"

Negli atti della richiesta di archiviazione, però, sono contenute intercettazioni scioccanti. Come quella della telefonata al 112 fatta dal marito di Viviana il 18 marzo 2020, cinque mesi prima della tragedia. "Mi serve un'ambulanza, mia moglie sta malissimo, non lo so, le è venuta una crisi, dice cose allucinanti è fuori di testa", dice l'uomo in quella intercettazione. 

LEGGI ANCHE: Caso Viviana e Gioele, le intercettazioni dei famigliari: “Portiamola da un esorcista, è impazzita"

Dopo la chiamata al 112 e l'arrivo al pronto soccorso dell'ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto, Viviana fu visitata da un medico che scrisse che la paziente era "in preda a un delirio mistico con manie di persecuzione. Il marito riferisce che la paziente si sente perseguitata da circa due anni". Il medico chiese l'assistenza sanitaria obbligatoria.

LEGGI ANCHE: Dj morta, il marito intercettato: "Se mi vogliono in tv voglio molti soldi"

Agli atti dell'inchiesta, però, ci sono anche testimonianze di amici di Viviana che sostengono che la donna aveva manifestato comportamenti che indicavano instabilità psicologica. E che Viviana era convinta che i servizi sociali la seguissero per portarle via Gioele.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Dj morta, l'appello del marito: "Amo mio figlio, aiutatemi a trovarlo"

LEGGI ANCHE: Dj morta, così i familiari provarono a nascondere a pm tentato suicidio

Secondo una testimone, Daniele Mondello le aveva chiesto il numero di telefono del sacerdote, Padre Cleto, perché pensava che la moglie fosse indemoniata e avesse bisogno di un esorcista. Durante il periodo di lockdown per il covid, nel 2020, dicono i vicini di casa di Viviana, la donna aveva deliri mistici e crisi psicotiche. Sempre dagli atti si evince che Viviana aveva già tentato il suicidio. Sua sorella Denise, però, interrogata il 5 agosto 2020 non lo disse agli inquirenti. 

LEGGI ANCHE: Dj morta, il marito di Viviana: "C'è chi specula su mia tragedia"

Ma tra le intercettazioni ce ne sono anche alcune dove il marito di Viviana parla con suo cognato di interviste in tv. "Ma quale mille euro, Roberto", dice l'uomo a suo cognato, "Sì mille euro, ma non esiste. Almeno... ma... il più scarso dev'essere cinquemila euro. Se no non ci vado, non mi interessa, non mi sbatto". 

 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli