Morte Floyd, Trump: nel bunker per ispezione non per proteste

Dmo

Roma, 3 giu. (askanews) - Il presidente americano Donald Trump ha dichiarato di essere andato nel bunker della Casa Bianca venerdì scorso per "un'ispezione" e non per le proteste a Washington per la morte di George Floyd.

Secondo le notizie riportate dalla stampa Trump è stato nel bunker per circa un'ora con la first lady Melania e il figlio Barron mentre fuori dalla Casa Bianca divampavano le manifestazioni.

Ma il presidente ha dichiarato a Fox Radio che si è trattato "soprattutto di un'ispezione" che è durata "poco, un piccolo lasso di tempo". "Hanno detto che sarebbe stata una buona idea andare giù a dare un'occhiata perché sarebbe potuto servire a un certo punto", ha aggiunto.