Morte George Floyd, condannato l'ex agente: la sentenza

·1 minuto per la lettura

Derek Chauvin, l’ex agente che ha ucciso George Floyd, è stato condannato a 270 mesi di carcere, 22,5 anni. Lo afferma il giudice Peter Cahill, spiegando che alla sua decisione è allegato un memorandum di 22 pagine per spiegare le sue motivazioni. “La mia decisione non è basata sulle emozioni, e non vuole inviare alcun messaggio”, aggiunge Cahill.

Il pubblico ministero Matthew Frank aveva chiesto trent’anni di carcere per Derek Chauvin.

“Non è stato uno sparo momentaneo, un pugno in faccia. Sono stati 9 minuti di crudeltà verso un uomo che era impotente e stava solo implorando per la sua vita”, ha detto il procuratore.

GUARDA ANCHE - Premio Pulitzer per la ragazza che filmò omicidio Floyd

Le parole della figlioletta di Floyd - "Mi manchi, ti amo": sono queste le parole di Gianna Floyd, la figlia di sette anni di George, contenute nella videointervista proiettata in aula all'apertura dell'udienza. La piccola ha dichiarato di sentire il padre ancora con lei, anche se solo nello spirito. "Voglio giocare con lui, divertirmi, fare un viaggio in aereo. Avevamo l'abitudine di cenare ogni sera prima di andare a letto. Mio padre mi aiutava sempre a lavarmi i denti", ha raccontato.

Biden: "La sentenza mi sembra appropriata" - Anche il presidente Joe Biden ha commentato la sentenza. "Non sono a conoscenza di tutte le circostanze che sono state considerate, ma il verdetto sembra appropriato", ha dichiarato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli