1 / 21

Torino (Italia)

(Foto Fabio Ferrari/La Presse)

Morte George Floyd, proteste e cortei in tutto il mondo - FOTO

Il 6 giugno, in tutto il mondo, migliaia di persone sono scese in strada per manifestare e chiedere giustizia per la morte di George Floyd. Dall’Europa (Italia compresa) all’Australia, dal Giappone agli Stati Uniti, tanti volti, uniti in un solo grido di protesta.

LEGGI ANCHE - George Floyd, le tappe del caso che infiamma l’America

A Washington una folla oceanica ha marciato con cartelli e cori per dire no alle violenze al razzismo. Da Lincoln Memorial a Lafayette Square, nei pressi di una Casa Bianca blindatissima. Numerosa la presenza di agenti, ma non si sono registrati scontri tra manifestanti e polizia. Cortei e proteste anche in altre città americane, da Miami a Seattle, da Los Angeles a Philadelphia.

LEGGI ANCHE: Scontri a Londra durante proteste Black Lives Matter, caos a Downing Street

E da qualche ora circola un video shock nel quale appare un altro afroamericano morto dopo essere stato fermato da alcuni agenti a Tacoma, nello Stato di Washington. A girarlo, secondo il New York Times, sarebbe stata una donna che si trovava dietro all'auto della polizia. Nel video si sente urlare: "Smettetela di colpirlo, o mio Dio smettetela!". L'episodio risale al 3 marzo e la vittima si chiama Manuel Ellis. Anche lui come Floyd, mentre veniva arrestato, ha detto: "Non respiro".

LEGGI ANCHE: Usa, "un altro afroamericano ucciso da agenti": spunta nuovo video

GUARDA ANCHE - La marcia di Washington, la reazione di Trump