Morte Luca Sacchi: la fidanzata potrebbe essere tra gli indagati

morte luca sacchi fidanzata

Anastasiya Kylemnyk, la fidanzata 25enne di Luca Sacchi, sarà presto ascoltata nuovamente dal pubblico ministero. Sono tanti, troppi i punti oscuri del suo racconto. Al momento la giovane non risulta essere iscritta nel registro degli indagati ma se verranno dimostrati i contatti tra lei e il gruppo di spacciatori di San Basilio, tutto potrebbe cambiare. Quella che sembrava un tentativo di rapina andata male, oggi sta assumendo contorni ben diversi.

Luca, Anastasiya, e altri amici, infatti, sembra che dovessero comprare una grossa partita di marijuana del valore di 2mila euro. Non è chiaro se per uso personale o per rivenderla. La 25enne, difesa dalla sua famiglia e dai suoi datori di lavoro, si sarebbe già rivolta a un avvocato per tutelarsi. Con il proseguo delle indagini, la giovane, sembra diventare sempre più la figura chiave dell’intera vicenda. Per questo gli inquirenti vogliono vederci chiaro e interrogarla nuovamente.

Morte Luca Sacchi: fidanzata tra gli indagati

Valerio Del Grosso e Paolo Pirino, i due spacciatori 21enni autori del delitto, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. L’unica versione uscita dai due riguarda ciò che ha detto Del Grosso alla propria fidanzata Giorgia prima di essere arrestato. Il giovane avrebbe detto che si trattava di una compravendita di droga, confessando di aver preso a bastonate una persone (Anastasiya). Molto probabilmente, i due volevano impadronirsi delle banconote da 20 e 50 euro divise in due mazzetti che la ragazza teneva nel suo zaino di pelle rosa. A quel punto, però Luca sarebbe intervenuto per aiutare Anastasiya e sventare il furto. Come noto, il 24 personal trailer è rimasto colpito da un proiettile alla nuca, il quale gli ha perforato la testa ed è andato a infrangersi sulla vetrina del locale.