Morire nel giorno di Natale

·1 minuto per la lettura

AGI - Ancora una tragedia della disperazione nel Mediterraneo. Almeno 16 migranti sono morti nel naufragio nel mar Egeo della barca sulla quale si trovavano, poche ore dopo un altro incidente nel quale le vittime sono state undici. L

Lo ha riferito la guardia costiera precisando di aver salvato 63 persone dall'imbarcazione che si è rovesciata ed è affondata vicino l'isola di Paros; ma purtroppo i guardacoste hanno anche trovato i cadaveri di 16 persone, tra le quali tre donne e un bambino.

Poche ore prima era avvenuto un altro incidente al largo di Antikythera: 90 i naufraghi sulle spiagge dell'isola, tra cui 27 bambini e 11 donne; ma anche in questo caso sono anche stati ritrovati 11 corpi.

Almeno 270 migranti sono stati salvati dalla nave SeaWatch 3 tra la vigilia e la mattina di Natale nel Mediterraneo centrale in tre diverse operazioni. "Durante la notte e all'alba della mattina di Natale l'equipaggio di #SeaWatch3 ha soccorso circa 180 persone da due imbarcazioni in pericolo", ha twittato l'ong tedesca, "a bordo della nostra nave ci sono adesso più di 270 naufraghi salvati fra ieri e oggi in tre diverse operazioni". 

Durante la notte e all'alba della mattina di Natale l'equipaggio di #SeaWatch3 ha soccorso circa 180 persone da due imbarcazioni in pericolo.

A bordo della nostra nave ci sono adesso più di 270 naufraghi salvati fra ieri e oggi in tre diverse operazioni. pic.twitter.com/JCRkUZh04a

— Sea-Watch Italy (@SeaWatchItaly) December 25, 2021

 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli