Morte panda Xuang Xuang crea problemi tra Thailandia e Cina

Mos

Roma, 18 set. (askanews) - La morte di Xuang Xuang sta creando problemi nei rapporti tra Thailandia e Cina. Il panda gigante, che era in prestito allo zoo di Chiang Mai dal 2003, è deceduto per motivi ancora non chiari e questo ha innescato sui social media cinesi una dura polemica su come l'animale sia stato trattato.

Il panda è un simbolo per la Cina, che utilizza spesso prestiti di esemplari per creare un buon clima diplomatico con i vicini.

Xuang Xuang aveva 19 anni ed era nato il 6 agosto 2000 nella provincia di Chengdu, in Cina meridionale. In genere questi animali - che sono considerati come a rischio d'estinzione - vivono tra i 25 e i 30 anni in cattività. La sua morte è stata riportata con evidenza dai media cinesi.

"Era come un figlio per me. Mi sento come se avessi perso un figlio", ha commentato Kannika Jantharangsi, la veterinaria che curava Xuang Xuang.

Il panda è morto lunedì pomeriggio. Aveva mangiato del bambù, aveva passeggiato e quindi è crollato, secondo quanto hanno riferito i responsabili dello zoo.

Xuang Xuang era una vera star in Thailandia. Nel paese del Sudest asiatico era arrivato con una compagna, Lin Hui, anche lei in prestito dalla Cina.

Grazie all'inseminazione artificiale, la coppia aveva dato luce a un cucciolo, Lin Ping, nato nel 2009.

Dalla Cina è stata inviata una commissione in Thailandia per indagare sui motivi della morte del panda.

Per ricordarlo, tutti i dipendenti dello zoo hanno indossato oggi abiti neri o bianchi. E' stata anche posto un cartello sul quale i visitatori possono scrivere i loro messaggi di condoglianze.