Morte sul set, Baldwin: gli era stato detto che l'arma era sicura

·1 minuto per la lettura
REUTERS/Andrew Kelly
REUTERS/Andrew Kelly

Alec Baldwin non sapeva che all'interno della pistola usata sul set di "Rust" - la stessa da cui è accidentalmente partito il colpo che ha ucciso la direttrice della fotografia Halyna Hitchins e ferito il regista Joel Souza - ci fossero dei proiettili veri. David Halls, l'assistente che gliel'aveva consegnata poco prima del tragico incidente, infatti, gli aveva detto che era sicura. Nessuno dei due, quindi, era a conoscenza del fatto che nell'arma fossero presenti delle munizioni. 

VIDEO - Tragedia sul set di Alec Baldwin, l'attore spara e uccide una donna

È quanto si legge sulla stampa americana, secondo cui la responsabile del controllo armi sul set, Hannah Gutierrez Reed, era ventenne al primo incarico. La pistola incriminata conteneva invece un "live single round", e cioè un unico proiettile: lo conferma un'e-mail inviata dall'International Alliance of Theatrical Stage Employees ai suoi membri e riportata dal Los Angeles Times.

VIDEO - Alec Baldwin: papà per la sesta volta

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli