Morte sul set: la polizia potrà perquisire il cellulare di Alec Baldwin

·1 minuto per la lettura
Alec Baldwin (REUTERS/Carlo Allegri)
Alec Baldwin (REUTERS/Carlo Allegri)

Colpo di scena nell'inchiesta sulla morte della direttrice della fotografia, Halyna Hutchins, sul set del film Rust. Il giorno dell'incidente, Alec Baldwin avrebbe dovuto sparare con una pistola scarica. Invece, l'arma ha esploso due proiettili, uccidendo Halyna e ferendo il regista del film. Ora la polizia di Santa Fe, nel new Mexico, che conduce le indagini, ha ottenuto un mandato di perquisizione per il telefonino di Alec Baldwin.

LEGGI ANCHE: Alec Baldwin scatena la bufera (e cancella il suo profilo Twitter)

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Tragedia sul set di Alec Baldwin, l'attore spara e uccide una donna

Gli investigatori hanno richiesto l'accesso all'iPhone di Baldwin per esaminare i messaggi di testo, e-mail, comunicazioni sui social e altre informazioni sul dispositivo. Sostengono, infatti, che nel telefonino "potrebbero esserci prove rilevanti per l'indagine". Il mandato di perquisizione e l'affidavit di accompagnamento sono stati depositati giovedì presso il tribunale giudiziario della contea di Santa Fe, quasi due settimane dopo che un procuratore a capo dell'indagine aveva affermato che alcuni degli individui che maneggiavano armi sul set del film potrebbero essere accusati dell'omicidio della Hutchins.

LEGGI ANCHE: Alec Baldwin, prima intervista dopo 'Rust': "Non ho tirato grilletto" - Video

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Parla Alec Baldwin: "Non ho puntato l'arma né tirato il grilletto"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli