MORTI LAVORO: CHITI, NUMERO INACCETTABILE BISOGNA FARE DI PIU'

(ASCA) - Firenze, 27 mag - ''Non si puo' morire per lavoro!

Il numero di morti bianche nel nostro paese e' inaccettabile

per una societa' avanzata e democratica. Alla famiglia del

lavoratore deceduto questa mattina in provincia di Firenze va

la mia vicinanza e il mio cordoglio''.

Cosi' il vice presidente del Senato, Vannino Chiti, esprime

il proprio cordoglio per la morte di un antennista, deceduto

a Firenze cadendo dal tetto.

''In Italia - prosegue Chiti - dobbiamo fare molto di piu'

per affermare la cultura della sicurezza sui luoghi di

lavoro.

Queste morti sono intollerabili. Tutti i lavoratori devono

potersi sentire tutelati''.

Ricerca

Le notizie del giorno