Morto a 69 anni Eddie Mekka, star di 'Laverne & Shirley'

·1 minuto per la lettura

E' morto a 69 anni l'attore statunitense Eddie Mekka, noto per aver interpretato il ruolo di Carmine 'The Big Ragoo' Ragusa nella sitcom 'Laverne & Shirley' (1976-83), spin off di 'Happy Days'. L'account Facebook ufficiale di Mekka, riferisce 'Variety', ha annunciato la notizia del decesso, avvenuto il 27 novembre nella sua casa di Newhall in California, senza precisarne la causa e limitandosi a scrivere che "si è spento serenamente". L'attrice Cindy Williams, che interpretava Shirley nella popolare sitcom, ha descritto su Twitter Mekka come un "talento di classe mondiale".

Nato come Rudolph Edward Mekjian da genitori di origine armena a Worcester il 14 giugno 1952, aveva studiato alla Worcester County Light Opera, dove poi ha insegnato canto. Prima di trasferirsi a Los Angeles, aveva ottenuto una nomination ai Tony Awards nel 1975 per il suo ruolo principale in 'The Lieutenant' a Broadway. In tv debuttò con 'Laverne & Shirley', recitando in 150 episodi: interpretava Carmine Ragusa, il fidanzato tira e molla di Shirley Feeney (Cindy Williams). Soprannominato 'The Big Ragoo' nella sitcom, era un pugile part-time che possedeva una scuola di danza e sognava di diventare un ballerino e cantante. Nel finale, fa un'audizione per il musical 'Hair' a Broadway, realizzando il sogno della sua vita. I personaggi al centro di 'Laverne & Shirley' avevano debuttato con una breve apparizione in due episodi di 'Happy Days' e lo spin off aveva poi ottenuto un grande successo di ascolti.

Mekka ha recitato in decine di telefilm, come 'Le ragazze di Blansky', 'Fantasilandia', 'Love Boat', 'California Dreams', 'Sentieri, 'Otto sotto un tetto', 'Zack & Cody al Grand Hotel', 'Beautiful' e 'Children's Hospital'. Tra i film in cui ha recitato figurano 'Beaches', 'Ragazze vincenti', 'Dreamgirls' e 'Hail Mary!'.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli