Morto a 88 anni Giampiero Pesenti, rese internazionale Italcementi

E' scomparso, a 88 anni, l'ex presidente di Italcementi, Giampiero Pesenti. Ultimo esponente della famiglia a guidare il gruppo bergamasco, prima della cessione ai tedeschi di Heidelberg Cement nel 2016, fu l'artefice, soprattutto con l'acquisizione di Ciments Francais nel 1992, dell'internazionalizzazione di Italcementi.

Ereditato il timone alla morte del padre Carlo, nel 1984, ovvero 120 anni dopo la fondazione del gruppo, Giampiero Pesenti è stato uno dei protagonisti della vita economica e imprenditoriale italiana degli ultimi decenni del Ventesimo secolo. Pesenti ha seduto nei consigli di amministrazione delle principali società della finanza italiana, da Mediobanca a Generali: Italmobiliare, la holding di famiglia, era infatti presente con quote di peso nei rispettivi azionariati.

Dopo la cessione del gruppo a Heidelberg Cement, è stato anche alleggerito il portafoglio delle partecipazioni finanziarie e il figlio di Giampiero, Carlo, ha diversificato l'attività di investimenti della società, quotata in Borsa dal 1955.