Morto Carlo Smuraglia, presidente onorario dell’Anpi: aveva 98 anni

Carlo Smuraglia morto
Carlo Smuraglia morto

Addio a Carlo Smuraglia, presidente onorario dell’Anpi, avvocato ed ex parlamentare morto a 98 anni il 31 maggio 2022. Nelle ultime settimane era anche intervenuto sul dibattitto legato all’invio degli armamenti in Ucraina ritenendo che “un popolo che resiste contro l’invasore va aiutato anche militarmente“.

Carlo Smuraglia morto

A dare l’annuncio della scomparsa è stata la segreteria nazionale dell’Anpi: “Il suo nome resterà nella storia di questo Paese per l’appassionata partecipazione alla Resistenza e lo strenuo impegno per la piena attuazione della Costituzione, dei diritti e della democrazia“. Nato ad Ancona nel 1923, era stato partigiano nelle Marche dopo aver disertato la chiamata alle armi del fascismo. “Avevo 20 anni, conobbi dei partigiani e decisi di aderire anch’io alla lotta contro il nazifascismo e mi arruolai nel 1944 come volontario“, aveva recentemente raccontato.

Avvocato, docente e senatore per tre volte, è stato presidente dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia dal 2011 al 2017, quando si è dimesso ed è diventato presidente emerito. Ha inoltre fatto parte del Csm dal 1986 al 1990 ed è stato consigliere regionale in Lombardia con il Partito comunista Italiano dal 1970 al 1985.

Carlo Smuraglia morto: il cordoglio della politica

Tanti i messaggi di cordoglio giunti dal mondo politico, da quello di Enrico Letta (“Ci lascia oggi un grande italiano: testimonianza, pensiero, azione ed esempio, per noi e per le nuove generazioni“) a quello di Nicola Fratoianni (“Con Carlo Smuraglia scompare un difensore della Costituzione, della libertà e della democrazia”).

A seguire le parole di Laura Boldrini (“Profondo dispiacere per la scomparsa di Carlo Smuraglia: partigiano, presidente onorario dell’Anpi, senatore, giurista e autore della legge che consente l’attività lavorativa dei detenuti“) e di Federico Fornaro (“Smuraglia per tutta la vita ha difesa la Costituzione Italiana e la democrazia, frutto della Resistenza“).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli