Morto dopo 8 giorni di agonia Valerio Macaro, il ciclista investito

Morto ciclista investito
Morto ciclista investito

È morto dopo 8 giorni il ciclista Valerio Macaro. L’incidente avveniva lo scorso 26 luglio, mentre pedalava lungo la provinciale 501. Quel giorno è stato travolto da un’auto guidata da un uomo di 70 anni. Macaro, portato urgentemente presso l’ospedale Giovanni Bosco, ha perduto la vita questa mattina.

Morto dopo 8 giorni ciclista investito: l’incidente

Valerio Macario, di 62 anni, è morto stamattina all’alba. L’uomo era stato coinvolto in un grave incidente più di una settimana fa, all’altezza della rotatoria della strada provinciale 501. L’automobilista 70enne guidava una Dacia Duster.

Il ciclista si stava recando al lavoro in bici, verso l’azienda di Borgaro, come ogni mattina. All’improvviso, è stato investito sulla bretella Venaria-Borgaro. Macaro, prossimo alla pensione, si era trasferito di recente a Venaria per stare vicino a sua figlia. Era appassionato di bicicletta e si era anche iscritto al gruppo Free Bike; l’intenzione era quella di associarsi all’Atletica Venaria per correre, come aveva già fatto in passato.

La condanna dell’automobilista

Macaro, dopo il violento incidente, versava in condizioni critiche avendo battuto la testa. Il team medico dell’ospedale Giovanni Bosco di Torino ha provato a salvargli la vita invano.

Il conducente che lo ha investito avrà l’agravamento dell’accusa: da lesione stradale ad omicidio stradale.

Valerio Macario lascia la moglie, i figli e due nipoti, di cui uno in arrivo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli