Morto Gavan O'Herlihy, il Chuck Cunningham di 'Happy Days'

·1 minuto per la lettura

L'attore irlandese naturalizzato statunitense Gavan O'Herlihy, noto per essere apparso nella prima serie del telefilm "Happy Days" nel ruolo di "Chuck", il figlio maggiore della famiglia Cunningham, è morto all'età di 70 anni. La notizia della scomparsa, avvenuta il 9 novembre, è riportata dal giornale irlandese "The Irish Echo".

Nato il 29 luglio 1951 a Dublino, giovanissimo campione di tennis, Gavan O'Herlihy inizia a recitare mentre frequenta Trinity College. Nel 1973 si trasferisce a Los Angeles e vince un'audizione a Hollywood, entrando subito nel cast della serie tv "Happy Days" come il fratello maggiore di Richie (Ron Howard) e Joanie (Erin Moran). Alla metà della prima stagione, trasmessa nel 1974, l'attore sparisce dal piccolo schermo: si sa soltanto che "Chuck" va al college.

L'attore ha continuato a recitare in numerosi telefilm degli anni '70 e '89, tra i quali "La donna bionica", "Disneyland", "Pepper Anderson agente speciale", "L'uomo da sei milioni di dollari", "Marcus Welby". Nel 1980 O'Herlihy si trasferisce in Inghilterra, si stabilisce a Londra e per un periodo vive anche su una casa-barca sul Tamigi. Più tardi ha acquistato e vissuto in un faro in Galles. Infine si è stabilito in una fattoria inglese.

Saltuariamente ha lavorato nel cinema, apparendo con piccoli ruoli tra gli altri film: "Un matrimonio" di Robert Altman (1978), "Mai dire mai" (1983), "Superman III" (1983), "Il giustiziere della notte 3" (1985), "Willow" di Ron Howard (1988), "Shooter - Attentato a Praga" (1995), "Il mistero del principe Valiant" (1997), "Il casinò della paura" (1997) e "The Descent Part 2" (2009).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli