Morto giovane chef italiano in un incidente a New York: è caduto da una scala

Chef morto
Chef morto

Tragedia italiana a New York. Muore cadendo da una scala antincendio all’uscita dal lavoro un giovane chef italiano che si era spostato da poco negli Stati Uniti per realizzarsi professionalmente ai massimi livelli.

Era andato a New York per rincorrere un sogno

Una caduta accidentale che è costata la vita a Mario Ferrari, chef originario di Orsogna, un piccolo comune della provincia di Chieti in Abruzzo. Il ragazzo era riuscito a entrare, come capocuoco, all’interno di una delle realtà culinarie più note e ambite nella Grande Mela, la catena di ristornanti gestita dalla famiglia, anch’essa di origini italiane, di nome Cipriani.

Il dolore della madre

Una donna distrutta Silvana Tiberti, che si lascia andare in un mix di amore e dolore in una lettera pubblicata su Facebook: «L’altro ieri si sono infranti tutti i nostri sogni. Con un messaggio scritto mi hanno detto che non c’eri più. Non è possibile tutto questo. Proprio un mese fa sei tornato da noi per cinque giorni, perché i tuoi documenti erano pronti per una nuova avventura. Invece no. Il Signore ha voluto che tornassi solo per riabbracciare la tua famiglia e i tuoi amici. […] Io fiera di tutto questo, ti ho lasciato andare verso la vita che desideravi. Però ora mi chiedo cosa avessi fatto di male. […] La risposta giusta non c’è. Succede».