Morto il fratello di Ratzinger, da poco la visita di Benedetto -3-

Ska

Citt del Vaticano, 1 lug. (askanews) - La presenza del fratello, nonch della sorella Maria, morta svariati anni fa, molto forte nella vita di Benedetto XVI e nella sua stessa vocazione. "Dapprima mio fratello divenne chierichetto", scrive il Papa emerito nella sua autobiografia, "poi, quando nel 1935 incominci a frequentare il ginnasio a Traunstein, ospite del collegio arcivescovile, io ne seguii le orme, senza peraltro essergli pari per zelo e bravura".

Georg Ratzinger, tuttavia, divenuto semplice monsignore, mentre il fratello minore, prima teologo di grido durante il Concilio vaticano II, poi arcivescovo di Monaco di Baviera, fu chiamato da Giovanni Paolo II a presiedere la cruciale congregazione per la dottrina della fede e infine, nel 2005, fu eletto Papa.

Una carriera poderosa che non ha mai interrotto lo stretto rapporto tra i due fratelli Ratzinger. Da cardinale, da Papa e poi da Papa emerito, infatti, Joseph Ratzinger ha continuato a ricevere le visite del fratello maggiore che, in particolare durante l'estate, si trasferiva da lui a Roma, o a Castel Gandolfo, per trascorrere insieme il periodo festivo.

Un legame confermato anche dalla decisione a sorpresa di Benedetto XVI di recarsi a Regensburg, il 18 giugno scorso. Una visita durata poi solo pochi giorni, ma che inizialmente sembrava doversi prolungare. La Bild ha citato fonti dell'entourage di Joseph Ratzinger per ricordare che nel 1991 egli non fece in tempo a stare al capezzale della sorella, Maria, quando questa mor, e che non se lo mai perdonato, per cui questa volta non si sarebbe ripetuta quella situazione: "Rimarr finch il corso della vita del fratello giunger a termine". Logicamente, dunque, all'inizio del viaggio non vi era alcuna data prevista per il ritorno. Benedetto XVI rester "il tempo necessario", aveva sintetizzato il portavoce vaticano Matteo Bruni, per quello che la diocesi di Regensburg aveva definito "forse il loro ultimo incontro in questa terra". Dopo un paio di giorni, per, e diversi incontri tra i due fratelli, Joseph Ratzinger ha iniziato a fare altre visite (il cimitero dove sono sepolti genitori e sorella, il duomo, la casa dove aveva vissuto da professore). I pochi testimoni che avevano avuto modo di avvicinare il Papa emerito riferivano che tanto lui quanto il fratello sembravano rafforzati dall'incontro. E, dopo avere incontrato anche il nunzio apostoico in Germania, monsignor Nikola Eterovic, Benedetto XVI ha deciso di rientrare a Roma il 22 giugno. Mendo di dieci giorni dopo, il fratello maggiore deceduto.