Morto il piccolo Leon a solo 14 anni: aveva accettato la stessa sfida di Archie

Blackout challenge Leon
Blackout challenge Leon

Ancora una vittima della Blackout Challenge, una folle sfida che ha preso sempre più piede tra i giovanissimi. Questa volta a perdere la vita è stato il piccolo Leon di 14 anni. Stando a quanto riporta la testata estera Daily Record, la tragedia si è consumata proprio quando il giovane si trovava su FaceTime. A quanto pare ne aveva sentito parlare ed era stato spinto dalla curiosità, una curiosità che è stata però fatale.

Blackout challenge, Leon muore a 14 anni

La madre ha scoperto che il figlio era morto nel modo più drammatico. Il piccolo è stato ritrovato nella cameretta della sua abitazione a Cumbernauld, in Scozia, esanime.

Inizialmente non si era spiegata come potesse essere successo ciò, poi il sospetto che è diventata una conferma quando uno degli amici del figlio ha confessato: “Uno degli amici di Leon mi aveva detto che stava facendo la sfida su FaceTime con loro”, ha spiegato, aggiungendo anche: “Il mio Leon aveva pensato che sarebbe stato lui il primo a provare. Lui e i suoi amici probabilmente immaginavano che fosse uno scherzo”. Ha quindi spiegato che i giovani pensavano che si sarebbe poi svegliato, ciò tuttavia non è accaduto.

La raccolta fondi

I familiari di Leon hanno lanciato nel frattempo una raccolta su fondi su GoFundMe a sostegno dei costi necessari per il funerale: “L’intera Cumbernauld è scioccata e rattristata dall’improvvisa scomparsa del giovane Leon di 14 anni. Per favore aiutaci a sostenere la sua famiglia in questo momento difficile e diamo a Wee Leon, che era il ragazzo più gentile e premuroso, il saluto che merita. Qualsiasi donazione sarebbe molto apprezzata”, è quanto si legge.