Morto Italo Moretti, ex direttore del Tg3 e inviato Rai in Sud America

italo moretti morto

È morto a 86 anni Italo Moretti, ex direttore del Tg3 e storico volto della Rai, per cui ha lavorato a lungo come inviato dal Sud America. Dopo gli esordi a Perugia a soli 17 anni, è arrivato a Viale Mazzini nel 1966 per occuparsi di politica interna ed estera, cronaca e sport.

LEGGI ANCHE: Il legame tra Nadia Toffa e Fabrizio Frizzi: gli ultimi messaggi da brividi

Morto Italo Moretti

La televisione italiana piange Italo Moretti, giornalista e inviato Rai che nel 1995 assunse la direzione del Tg3. Moretti era nato nel 1933 a Giulianova, in Abruzzo, e si è spento all’età di 86 anni al termine di una lunghissima carriera. Esordì a Perugia, a soli 17 anni, come collaboratore per redazioni locali di quotidiani nazionali. Nel 1966 approdò in Rai in Umbria per poi trasferirsi a Roma per lavorare come radiocronista del Giornale Radio per le sezioni sport, cronaca, politica interna e politica estera. Nel 1968 iniziò la sua lunga esperienza in America Latina raccontando le delicatissime situazioni politiche di paesi come Cile, Argentina e Uruguay. Fu tra i giornalisti che nel 1973 si recarono a Santiago dopo il colpo di Stato di Augusto Pinochet.

LEGGI ANCHE: Sanremo, "30mila euro a Rula Jebreal": è polemica

La carriera al Tg

Nel 1976 Italo Moretti entrò nella redazione del Tg2 continuando dedicandosi in particolare al Sud America e alla politica di Portogallo e Spagna. Nel 1987 fu nominato vide-direttore del Tg3 di cui diventò direttore nel 1995. In carriera vinse vari premi tra cui la Colomba d’Oro per la pace e il Saint-Vincent per la cronaca di un disastro all’aeroporto di Addis Abeba di cui fu uno dei sopravvissuti. Faceva parte, in qualità di presidente, della giuria del Premio giornalistico televisivo Ilaria Alpi.

GUARDA ANCHE - Fabrizio Frizzi, il video commovente