Morto l'ex pilota della Ferrari Carlos Reutemann

·3 minuto per la lettura

AGI - Carlos Reutemann, senatore argentino ed ex pilota di Formula uno, è morto a 79 anni a Rosario per una patologia intestinale, lo ha annunciato la figlia Cora sui social media. "Papà se n'è andato in pace e con dignità dopo aver combattuto come un campione con un cuore nobile e forte che lo ha accompagnato fino alla fine. Provo orgoglio e benedizione per il padre che ho avuto. So che sarà con me ogni giorno della mia vita fino a quando ci incontreremo di nuovo nella casa del Signore", ha scritto Cora Reutemann.

GUARDA ANCHE: Nuovo record mondiale a bordo di una Ferrari

Il più grande pilota argentino di Formula 1 dopo il cinque volte campione Juan Manuel Fangio ha guidato auto per le squadre Brabham, Ferrari, Lotus e Williams in una carriera durata undici stagioni dal 1972 al 1982, con 12 vittorie e 45 podi e un secondo posto nel mondiale piloti.

Il Senato nazionale ha interrotto la riunione plenaria per rendergli omaggio con un minuto di silenzio. Reutemann era affiliato al Partito Giustizialista (PJ, governo), ma si è insediato nella Camera alta attraverso un'alleanza con l'ex presidente liberale di destra Mauricio Macri (2015-2019), ora uno dei leader dell'opposizione.

GUARDA ANCHE: Leclerc, mani fatate al pianoforte

"Mi dispiace per la morte del senatore nazionale ed ex governatore di Santa Fe (centro-est), Carlos Reutemann. Le mie condoglianze alla sua famiglia e ai suoi amici", ha scritto sui social network la vicepresidente e capo del Senato Cristina Kirchner.

L'ex corridore aveva sofferto nel 2017 di un cancro al fegato per il quale ha subito un intervento chirurgico negli Stati Uniti. La sua salute è peggiorata nel tempo ed è stato ricoverato per emorragie intestinali per due mesi, prima nella sua città natale di Santa Fe e poi a Rosario, 300 chilometri a nord di Buenos Aires.

Nel 1981, con una Williams, fu secondo nel campionato di F1, un solo punto dietro il campione, il brasiliano Nelson Piquet. Fu anche terzo nei campionati di F-1 del 1975, 1978 e 1980. Reutemann fu portato in politica dall'ex presidente peronista Carlos Menem (1989-1999). Per conto del PJ ha governato due volte la provincia di Santa Fe, nella zona centrale agricola e industriale della pampa umida. Nel 2015 è stato rieletto al Senato, ma questa volta in una lista che sostiene Macri.

Reutemann era un ricco produttore agricolo, favorito nei suoi affari dalla vicinanza di Santa Fe ai porti di esportazione del grano. Un grande anno nella sua carriera sportiva è stato il 1974, quando ha vinto con Brabham nei Gran Premi del Sud Africa, Austria e Stati Uniti. Ma aveva anche la più grande frustrazione. Quando era in testa alla gara sul circuito di Buenos Aires, all'ultimo giro, a pochi metri dal traguardo, finì la benzina. Nemmeno l'abbraccio e le congratulazioni che l'allora presidente Juan Peron gli fece in tribuna d'onore poterono consolarlo. Con la Williams era a un altro passo dall'impresa, ma è rimasto dietro Piquet nel 1981.

Nel suo salto in politica, era anche vicino a una consacrazione. Nel 2003, l'allora presidente del partito giustizialista Eduardo Duhalde gli offrì di essere candidato a capo dello stato, quando i sondaggi gli diedero il 40% di sostegno. Reutemann, un uomo frugale e dalla voce lenta, ha detto di no. "Ho visto qualcosa che non mi ha convinto", ha detto alla stampa. Non disse mai cosa aveva visto

GUARDA ANCHE: Leclerc si consola con una Ferrari d'epoca

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli