Morto lo chef Paolo Vai: aveva conquistato due stelle Michelin

morto paolo vai

Paolo Vai aveva iniziato a lavorare alla Cogne Acciai, in provincia di Aosta capendo però che non era quella la sua strada. Aveva quindi deciso di seguire una sua grande passione, la cucina, riuscendo a raggiungere il massimo dei risultati: l’apertura di un ristorante che nel corso degli anni ha ottenuto ben due stelle Michelin. Lo chef è mancato all’età di 78 anni: era ricoverato in ospedale da diversi mesi.

Morto lo chef Paolo Vai

Profondo conoscitore della cucina valdostana, era uno dei punti fermi della zona di Aosta, conosciuto anche all’estero per la prelibatezza dei suoi piatti. Dopo aver iniziato a lavorare come operaio, Vai aveva deciso di dedicarsi alla cugina formandosi in Francia. Lì ha fatto esperienza in molte cucine di alberghi rinomati e ristoranti arrivando anche ai fornelli di Paul Bocuse. Rientrato in Italia, nel 1967 lo chef ha preso in gestione, insieme al fratello Franco, il ristorante Cavallino Bianco, nel centro di Aosta, trasformandolo in uno dei locali più belli del centro del capoluogo valdostano.

Le due stelle Michelin

Il ristorante ottiene da subito grande successo e dieci anni dopo l’apertura guadagna la prima stella Michelin a cui se ne aggiunge una seconda nel 1984. Le due stelle vengono conservate fino al 1991, quando i fratelli Vai decidono di lasciare il ristorante per trasferirsi a Courmayeur. Da quel momento in poi lo chef Paolo Vai passerà per diverse cucine della Valle D’Aosta sino ad approdare, nuovamente nel centro storico a “Le Bar a Vin“. Lì lo chef ha cucinato instancabile, nonostante la malattia, fino al ricovero in ospedale.