Morto Luca Bergamaschi: stava provando la sua moto

Luca Bergamaschi
Luca Bergamaschi

Una tragedia ha sconvolto Senigallia, in provincia di Ancona. Un 18enne ha perso il controllo della sua moto ed è morto davanti agli occhi del padre e degli amici.

Ancona, morto Luca Bergamaschi: stava provando la sua moto

Una Beta 300, la moto tanto amata da Luca Bergamaschi, ha causato la sua morte. Il 18enne era entusiasta del regalo che il padre gli aveva fatto e non vedeva l’ora di andare in giro con la sua amata moto. Purtroppo però mentre la stava provando davanti ai suoi più cari amici e al padre, che era felice di aver fatto quel regalo al figlio, ha perso il controllo della sua due ruote. Luca ha preso in pieno un tombino rialzato ed è morto sul colpo dopo essere caduto.

Il ricordo di Luca

Sul luogo dell’incidente gli amici e il padre erano letteralmente sotto choc. La madre di Luca non era presente perchè, come si apprende da Today, era molto apprensiva e contraria a quel regalo che gli aveva fatto il padre. Luca era amato da tutti ed aveva molti amici. Un ragazzo sportivo, appassionato di arti marziali, praticava il jiu jitsu. La società con cui si allenava, ossia il team Flow Brazilian jiu jitsu Senigallia, ha voluto ricordare Luca Bergamaschi con un post su Facebook. Si legge sul profilo del team: “Combattente talentoso e umile. Da sempre, un grande esempio per tutti noi, nonostante la giovane età. Farai sempre parte della famiglia e porteremo con noi il tuo ricordo, in ogni battaglia, dentro e fuori il tatami. Per sempre. Fai buon viaggio caro Luchino, i tuoi compagni di allenamento ti vogliono bene“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli