Morto Mikis Theodorakis, colonna sonora della resistenza greca

·1 minuto per la lettura
Greek composer Mikis Theodorakis takes part in a demonstration, in Syntagma square in central Athens on February 4, 2018, to urge the government not to compromise in the festering name row with neighbouring Macedonia.  / AFP PHOTO / ANGELOS TZORTZINIS        (Photo credit should read ANGELOS TZORTZINIS/AFP via Getty Images) (Photo: ANGELOS TZORTZINIS via Getty Images)
Greek composer Mikis Theodorakis takes part in a demonstration, in Syntagma square in central Athens on February 4, 2018, to urge the government not to compromise in the festering name row with neighbouring Macedonia. / AFP PHOTO / ANGELOS TZORTZINIS (Photo credit should read ANGELOS TZORTZINIS/AFP via Getty Images) (Photo: ANGELOS TZORTZINIS via Getty Images)

È morto all’età di 96 Mikis Theodorakis, compositore greco celebre per il suo impegno politico e per le musiche di Zorba il greco. Lo rende noto il ministro della Cultura.

Colonna sonora della resistenza greca contro la dittatura militare dei colonnelli (1967-74). Venne imprigionato e torturato, la sua musica proibita. In quel periodo scrisse canzoni tratte dalle poesie di Alekos Panagulis.

Con il ritorno della democrazia in Grecia venne eletto deputato per il Partito Comunista. Lo strappo con il Governo socialista guidato da Andreas Papandreou, al centro di uno scandalo corruzione, poi la riconciliazione, dopo l’uscita di scena del primo ministro.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli