Morto a 65 anni il presidente del Parlamento europeo David Sassoli

·2 minuto per la lettura
Il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, a Bruxelles

(Reuters) - Il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, è morto all'1,15 di stanotte in un ospedale italiano, dove era stato ricoverato il 26 dicembre, ha annunciato il suo portavoce Roberto Cuillo su Twitter.

Sassoli, 65 anni, fiorentino, era stato ricoverato il mese scorso a causa di una "grave complicazione" legata al suo sistema immunitario, aveva comunicato il suo staff ieri.

Eletto per la prima volta come deputato europeo nel 2009 con il Pd ed ex giornalista, Sassoli era presidente del Parlamento europeo dal luglio 2019. Il suo mandato sarebbe terminato questo mese e aveva annunciato che non si sarebbe ricandidato.

Candidata a succedergli dovrebbe essere la parlamentare maltese Roberta Metsola, del Partito Popolare Europeo (Ppe).

Nel suo discorso di insediamento come presidente a Strasburgo del 2019, Sassoli aveva esortato gli europei a contrastare il "virus" del nazionalismo estremo e aveva chiesto una riforma delle regole Ue su immigrazione e asilo politico.

La presidente della Commissione europea Ursula van der Leyen gli ha resto omaggio, dicendosi profondamente rattristata per la sua morte. "David Sassoli era un giornalista di grande umanità, un eccezionale presidente del Parlamento europeo e, prima di tutto, un caro amico", ha commentato su Twitter.

In Italia, la notizia della scomparsa di Sassoli ha aperto i notiziari del mattino. Il premier Mario Draghi ha parlato di morte che lascia "sgomenti" e ha elogiato il presidente del Parlamento europeo per il suo profondo europeismo. "Sassoli è stato simbolo di equilibrio, umanità, generosità. Queste doti gli sono state sempre riconosciute da tutti i colleghi, di ogni collocazione politica e di ogni Paese europeo", si legge in una dichiarazione di Draghi.

Anche il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha espresso le sue condoglianze in un tweet dicendosi "addolorato per la morte del presidente del PE David Sassoli, una voce forte per la democrazia e la cooperazione Nato-Ue".

L'ex premier Enrico Letta, oggi segretario del Partito Democratico, ha definito Sassoli "una persona di straordinaria generosità, un europeo appassionato... un uomo di visione e di principi".

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli