Morto per ecstasy a 16 anni in una discoteca di Riccione

Morire a 16 anni per una pasticca di ecstasy, è la triste fine di Lamberto Lucaccioni, un adolescente di Città di Castello, in provincia di Perugia, decaduto dopo un malore nella discoteca Cocoricò di Riccione.

Individuato e denunciato a piede libero dai carabinieri il pusher che gli ha venduto lo stupefacente: da quanto emerge di tratterebbe di un giovane di 19 anni, conterraneo della vittima, da poco diplomato al liceo scientifico. A incastrarlo è stata la testimonianza dei conoscenti che si trovavano con lui.

Il ragazzo è stato raggiunto dagli inquirenti direttamente a casa sua, domenica scorsa intorno alle 20. Messo alle strette, di fronte alle testimonianze a suo carico, è crollato e in lacrime, alla presenza dei genitori sconvolti, e ha ammesso di aver ceduto la fatale dose a Lamberto.

Ancora sotto shock i familiari del ragazzo deceduto. "Voglio la verità"- "Voglio sapere tutto, voglio la verità”, sono le uniche parole che il padre di Lucaccioni è riuscito a pronunciare all’avvocato Roberto Bianchi, che ora fa le veci legali della famiglia. “Pensaci tu”, avrebbe poi aggiunto al suo avvocato, riferendosi al giovane pusher incastrato dai carabinieri.

VIDEO - Droga, rapporto dell'Oedt: consumi in aumento in tutta l'Europa