Morto Sean Milliken di “Vite al limite”: aveva raggiunto i 455 chili

Morto Sean Milliken

É morto a soli 29 anni Sean Milliken, protagonista californiano di “Vite al limite” di Real Time. Come tutti coloro che si rivolgono al programma, era gravemente obeso e per questo era ormai costretto a trascorrere le sue intere giornate a letto.

Morto Sean Milliken

Sean aveva raggiunto il peso di 455 chili, motivo per cui si era rivolto al dottor Nowzaradan. Questo lo aveva sottoposto ad una dieta da 800 calorie al giorno e ad un bypass gastrico nell’ottica di fargli perdere ulteriore peso. Le misure adottate sembravano essere efficaci, tanto che il giovane era arrivato a perdere più di 150 chili e ad attestarsi intorno ai 290.

Poi ha però dovuto subire un grave lutto. Sua madre è morta improvvisamente e nessuno gli poteva dare una mano come faceva lei. Così era tornato a 321 chili, con la depressione che lo aveva spinto nuovamente a darsi al cibo. Per questo il suo medico l’aveva affidato a degli specialisti che lo potessero aiutare nel suo percorso.

Sean stesso era consapevole della gravità del suo stato, ma intervistato dal programma si era dichiarato speranzoso di potercela fare. Queste le sue parole: “Dove mi vedo tra due anni? Non lo so ma spero di esserci per vederlo. Ho una piccola speranza per il futuro“. Due settimane dopo è invece stato ricoverato per una grave infezione polmonare, che l’ha condotto al decesso. La morte risale al 17 febbraio 2019, ma la produzione di “Vite al limite” ha aspettato la fine del programma per rendere nota la notizia. In generale sono stati sei i protagonisti della trasmissione a perdere la vita, due dei quali durante le riprese.