Mosca e la Russia al voto domenica, dopo lunga serie di proteste -5-

Cgi

Roma, 3 set. (askanews) - La registrazione è stato proprio il nodo della questione, sfociata poi in disordini di massa. Le proteste sono state infatti scatenate da dichiarazioni di candidati indipendenti che hanno annunciato numerose violazioni da parte delle autorità e dei loro concorrenti nell'ambito della procedura di registrazione. I raduni su viale Sakharov il 20 luglio e il 10 agosto 2019 sono diventati i più grandi raduni di opposizione politica negli ultimi anni e una manifestazione non autorizzata il 27 luglio 2019 ha fatto il record per numero di fermati.(Segue)