Una nuvola di metano incombe su Svezia e Norvegia

JOHAN NILSSON / TT NEWS AGENCY / TT News Agency via AFP

AGI - L'intelligence russa è in possesso di materiale che indica un coinvolgimento occidentale nell'"attacco terroristico" ai gasdotti Nord Stream 1 e Nord Stream 2.

Lo ha annunciato ai giornalisti il capo del Servizio di intelligence estero della Federazione Russa, Sergei Naryshkin, citato dalla Tass.

Grande nuvola di metano su Norvegia e Svezia

Dopo le esplosioni nei gasdotti Nord Stream si è formata una nuvola di metano su Norvegia e Svezia. Lo riferisce la tv norvegese Nrk, aggiungendo che il 96% del gas nei due gasdotti era il potente gas serra metano.

Il climatologo senior dell'Istituto norvegese per la ricerca sull'aria, Stephen Matthew Platt, ha calcolato sulla base delle misurazioni dell'osservatorio Birkenes ad Agder che le perdite hanno causato il rilascio di circa 40.000 tonnellate di metano, emissioni che corrispondono al doppio di quelle annuali dell'industria petrolifera e del gas in Norvegia.

"Sono livelli record, non abbiamo mai visto niente di simile prima in Norvegia e Svezia", ha riferito Platt, sottolineando tuttavia che l'elevata concentrazione di metano non rappresenta un grave pericolo per le persone.