Mosca: polizia troppo dura? La Francia non pensi di darci lezioni

Cgi

Roma, 31 lug. (askanews) - La Russia ha esortato la Francia a non "dare lezioni" sugli arresti di massa di manifestanti, accusandola di aver usato "tutti i metodi repressivi" durante il movimento dei "gilet gialli". L'opposizione russa, i cui candidati sono stati respinti dalle elezioni locali di settembre, ha manifestato sabato in centro a Mosca e la risposta è stato il pugno di ferro della polizia, con oltre 1300 arresti.

Qualcosa senza precedenti dal ritorno del presidente Vladimir Putin al Cremlino nel 2012. Lunedì sera, il ministero degli esteri francese ha chiesto "la liberazione rapida dei manifestanti" ed ha espresso "la sua profonda preoccupazione per questi recenti sviluppi".(Segue)