Mosca, provocazione dei mercenari Wagner: martello insanguinato per Parlamento Ue

Mosca, provocazione dei mercenari Wagner: martello insanguinato per Parlamento Ue (Foto Facebook)
Mosca, provocazione dei mercenari Wagner: martello insanguinato per Parlamento Ue (Foto Facebook)

Con 494 voti favorevoli, 58 contrari e 44 astensioni, il Parlamento Ue ha approvato la risoluzione per riconoscere la Russia come "Stato sponsor del terrorismo". Così facendo, gli attacchi e le atrocità compiute dalle forze russe sono riconosciuti come atti di terrore e crimini di guerra. Il Parlamento europeo ha invitato il Consiglio a inserire "nell'elenco dei soggetti terroristici dell'Ue" anche il gruppo di mercenari Wagner, la cui reazione non si è fatta attendere.

VIDEO - "Ho creato il gruppo Wagner nel 2014". Le parole dello "chef" di Putin

Dopo la proposta del Parlamento Ue di inserire "nell'elenco dei soggetti terroristici dell'Ue" anche i mercenari Wagner, fondati e diretti da Yevgeny Prigozhin, l'imprenditore russo soprannominato "il cuoco di Putin" per i legami con lo zar, non è tardata ad arrivare la provocazione del gruppo filo-putiniano.

LEGGI ANCHE: Guerra Russia-Ucraina: le ultime notizie

Poco dopo, infatti, Prigozhin ha diffuso sul canale Telegram di "Concord Group", la casa madre societaria delle aziende in mano all'imprenditore russo, un video che sembra una minaccia vera e propria. Nel filmato si vede un martello insanguinato di vernice rossa custodito dentro una custodia rigida.

LEGGI ANCHE: Ucraina: Zelensky all'Onu, Russia usa la 'formula del terrore'

Il video mostra uno dei collaboratori del fondatore di Wagner, probabilmente l'avvocato di San Pietroburgo Igor Yeliseyev, mentre consegna a un finto funzionario europeo una custodia di violino (riferimento al soprannome usato dagli stessi mercenari di Wagner, che tra loro si chiamano “i musicisti”, e il gruppo è anche denominato “l’orchestra”). All'interno della custodia si vede poi un grosso martello con la scritta "PMC Wagner" e macchie rosse a simboleggiare il sangue.

L'Unione europea ha etichettato il gruppo Wagner come "organizzazione terroristica" ed è subito arrivata la risposta di Prigozhin. Il filmato finito al centro di nuove polemiche, inoltre, sembra fare riferimento a una brutale punizione perpetrata nei confronti di un disertore della Wagner, ucciso proprio a colpi di martello per aver provato a sottrarsi al combattimento. Lo stesso Prigozhin aveva approvato la punizione considerata esemplare, salvo poi dissociarsene e accusare "la propaganda Usa".

LEGGI ANCHE: Ucraina, Zelensky: "Milioni al gelo, è crimine contro umanità"

Via Twitter è arrivato il commento della presidente della Commissione difesa del Parlamento europeo, Nathalie Loiseau. L'eurodeputata francese di Renew Europe ha scritto: "Prigozhin viene a sapere che il Parlamento europeo designa il suo gruppo Wagner come terrorista e in risposta ci invia un martello macchiato di sangue. Grazie per averci confermato di aver ragione".