"Moschettieri del Re", una scena in anteprima della commedia di Giovanni Veronesi

È approdato al cinema giovedì 27 dicembre grazie a Vision Distribution e Indiana Production il nuovo film di Giovanni Veronesi, “Moschettieri del Re”, una commedia con Pierfrancesco Favino, Valerio Mastandrea, Sergio Rubini, Rocco Papaleo, Margherita Buy, Alessandro Haber, Matilde Gioli, Giulia Bevilacqua, Lele Vannoli, Valeria Solarino, Roberta Procida e Luis Molteni.

Chiaramente ispiratosi al celebre romanzo I tre moschettieri di Alexandre Dumas del 1844, Veronesi torna al cinema con una commedia dopo il successo della serie “Manuale d’amore” e “Non è un paese per giovani” uscito nel 2017.

La locandina di “Moschettieri del Re”

Il film è stato girato in Basilicata: Matera, i Calanchi di Aliano, il Parco di Gallipoli, le Dolomiti Lucane, il Vulture tra Venosa e Melfi, Marsico Vetere e Pietrapertosa, col supporto della regione Basilicata e della Lucana Film Commission.

Yahoo Italia presenta in anteprima esclusiva una divertente clip tratta dal film, con i valorosi moschettieri protagonisti della pellicola colti in un momento goliardico.

Una chicca: la colonna sonora è stata scritta dai Gratis Dinner, crew formata da Luca Medici, in arte Checco Zalone, Giuseppe Saponari e Antonio Iammarino.

Sinossi:
D’Artagnan (Pierfrancesco Favino), Porthos (Valerio Mastandrea), Athos (Rocco Papaleo) e Aramis (Sergio Rubini). Oggi sono un allevatore di bestiame con un improbabile accento francese, un castellano lussurioso, un frate indebitato e un locandiere ubriacone, che per amor patrio saranno di nuovo moschettieri. Cinici, disillusi e sempre abilissimi con spade e moschetti, saranno richiamati all’avventura dalla Regina Anna (Margherita Buy) per salvare la Francia dalle trame ordite a corte dal perfido Cardinale Mazzarino (Alessandro Haber), con la sua cospiratrice Milady (Giulia Bevilacqua).

Affiancati nelle loro gesta dall’inscalfibile Servo muto (Lele Vannoli) e da un’esuberante Ancella (Matilde Gioli), i quattro – in sella a destrieri più o meno fedeli – combatteranno per la libertà dei perseguitati Ugonotti e per la salvezza del giovanissimo, parruccato e dissoluto Luigi XIV (Marco Todisco). Muovendosi al confine tra realtà e fantasia, i nostri si spingeranno fino a Suppergiù, provando a portare a termine un’altra incredibile missione. Difficile dire se sarà l’ultima o la penultima.