Moschino pool party tra gonfiabili e vibe couture

(Adnkronos) - Welcome to the (pool) party. Per la prossima primavera-estate il direttore creativo di Moschino, Jeremy Scott, invita i suoi ospiti in un salone di alta moda dove gonfiabili, canotti e materassini prendono vita e si trasformano in abiti, resi ironici da quel tocco surrealista, da sempre cifra stilistica delle collezioni della griffe di Aeffe. "Non possiamo bloccarci sempre davanti alle crisi. Serve avere amore e magia", spiega Jeremy Scott, usando le parole di Toni Morrison, scrittrice afroamericana, vincitrice del premio Nobel per la letteratura nel 1993, che ha contribuito a riscrivere la storia della sua comunità, dando voce alle donne, protagoniste silenziose di secoli di oppressione.

La collezione del designer americano attinge a piene mani agli archivi di Franco Moschino, come la giacca salvagente o quella a stampa marinière rieditate dall’archivio e pezzi che intonano un inno alla leggerezza, la risposta del direttore creativo allo sconforto e ai problemi che affliggono oggi la società. Al Palazzo del ghiaccio di Milano, iconico set per lo show, sfilano abiti con orli salvagente o pattine con i revers, il classico cuore torna in forma di orecchini e braccialetti gonfiabili. Sulle teste i cappelli salvagente portano la firma di Stephen Jones. 72 le uscite della collezione, in un crescendo di colori e forme: c’è il bomber materassino e l’abito trompe l’oeil, delfini e fenicotteri gonfiabili che decorano braccia, punto vita e fianchi.

Anche l’iconica biker bag diventa gonfiabile, con tanto di valvola. Il trench? E’ un canotto di salvataggio dotato di maniglie sulle spalle. Très chic, très Moschino. Immancabile il motivo del cuore, rivisitazione del celebre emblema della maison, così come zattere di salvataggio e giubbetti salvavita che prendono forma sui tailleur. Il cocktail dress è ornato da un salvagente e cordoncini di sicurezza, il materassino si porta a mo’ di stola. Dal front front row, Heidi Klum, Chiara Ferragni, Alessandra Ambrosio e Francesca Michielin approvano. Così come la padrona di casa, Alberta Ferretti, che applaude divertita. (di Federica Mochi)