Mose, CVN: test positivo alla bocca di porto di Malamocco

Bnz

Venezia, 3 dic. (askanews) - Proseguono i test funzionali di sollevamento delle barriere del Mose. Ieri sono state sollevate tutte le 19 paratoie della schiera di Malamocco. Le operazioni, avvenute in ore serali e notturne per non intralciare la navigazione attraverso il canale, sono iniziate alle 20:30 del 2 dicembre e concluse alle 4 del 3 dicembre e hanno dato esito positivo. Il test è stato condotto da personale che ha già acquisito il know how del Consorzio Venezia Nuova e di Comar.

Si ricorda che la barriera di Malamocco è la bocca di porto più profonda della laguna con i suoi -14 metri. Il canale è largo 380 metri. Ognuna delle 19 paratoie è lunga 29,5 metri e larga 20 metri per uno spessore di 4,5 metri e ha un peso di 350 tonnellate. Le paratoie sono incernierate ai cassoni di fondazione e di alloggiamento, e, in condizioni di riposo non sporgono dal fondale naturale preesistente.

In estrema sintesi, per le movimentazioni e i test funzionali i protocolli prevedono complesse sequenze di controllo in fase iniziale, propedeutiche ai sollevamenti (verifica dei parametri software, verifica della funzionalità delle strumentazioni, delle valvole, dei compressori e delle connessioni elettriche, esecuzione rilievi multibeam per la verifica di eventuali depositi di sedimenti, coordinamento squadre operative e di soccorso, ecc.) alle quali seguono le fasi di sollevamento delle paratoie fino all'emersione delle stesse e al raggiungimento dell'angolo di lavoro.

Durante i test di sollevamento vengono registrati tutti i dati utili e necessari, non solo per le attività che si svolgono in campo ma anche per la successiva analisi con i responsabili delle operazioni e con il progettista dei parametri registrati durante il sollevamento.

(Segue)