Mossa a sorpresa della Fed. Tagliati i tassi di mezzo punto

La Federal Reserve ha deciso di tagliare di mezzo punto percentuale i tassi di interesse di riferimento e i mercati festeggiano, con Wall Street e le Borse europee che virano in territorio positivo. 

La mossa dell'istituto di Jerome Powell non era forse attesa così presto ma segue un'apertura abbastanza esplicita del solitamente abbottonato presidente della Fed, che pochi giorni fa si era detto pronto ad agire "in modo adeguato" per far fronte all'impatto economico dell'epidemia di coronavirus. 

Solo poche ore prima il presidente americano Donald Trump aveva sollecitato nuovamente la banca centrale americana a ridurre il costo del denaro. ​"La nostra Federal Reserve ci obbliga a pagare tassi più elevati rispetto a molti altri, quando dovremmo pagare di meno. Questo è duro per i nostri esportatori e mette gli Stati Uniti in una posizione di svantaggio competitivo. Dovrebbe accadere il contrario. Dovrebbe essere più accomodante e fare un grande taglio dei tassi", aveva twittato Trump. Il capo della Casa Bianca in passato ha ripetutamente criticato Powell per aver mantenuto i tassi di interesse troppo alti. ​