In mostra a Siena i "fiori" di Thomas Berra -2-

(Segue)

Firenze, 7 nov. (askanews) - Il consigliere regionale Nicola Ciolini ha parlato di "apertura del palazzo ai territori e alle varie realtà nazionali" come di un "valore perseguito durante l'intera legislatura" e confermato con la presentazione di Fiur, evento che gode del patrocinio della Regione Toscana.

L'ultimo ciclo pittorico di Thomas Berra - venti dipinti su tavole e alcuni disegni su carta - 'gioca' ispirandosi alla scuola senese, in specie al maestro Sassetta, le cui opere fanno da 'spunto' ai lavori in mostra ai Magazzini. Un luogo che è parte importante di questo evento di respiro nazionale. L'artista parla di "un grande privilegio" riferendosi al fatto di poter esporre "in un posto dove è un po' nata la storia artistica del nostro paese".

Il progetto - che si prepara a nuove tappe, anche all'estero - ha preso le mosse dall'idea di "presentarsi con una mostra che elogiasse un po' l'arte senese e un po' il Rinascimento italiano", spiega Berra. L'ispirazione nasce da un polittico di Sassetta dedicato alla vita di San Francesco: l'artista attinge dalla visione sacra "in modo laico, per esempio portando la pala d'altare come elemento di racconto e testimonianza di un uomo che ha fondato sull'amore il suo percorso di vita".