Motomondiale: ds Ducati, 'gioco di squadra pro Bagnaia? Non possiamo perdere l'occasione'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 19 set. – (Adnkronos) – Enea Bastianini ha trionfato ad Aragon dopo un sorpasso all'ultimo giro ai danni di Bagnaia, che stava già pregustando un quinto Gp consecutivo da bottino pieno. All'indomani del duello del Motorland Paolo Ciabatti, direttore sportivo di Ducati, ha così commentato: "Se peseranno quei 5 punti persi? Ovviamente ci auguriamo di no, avremmo preferito che vincesse Pecco Bagnaia, ma Enea Bastianini ha fatto una grandissima gara, negli ultimi giri è stato veloce come suo solito e se l’è meritata".

La casa di Borgo Panigale ha tanti motivi per sorridere dopo Aragon. "C’erano due Ducati sul podio nelle prime due posizioni – ha proseguito -. E poi siamo felici di aver vinto per il terzo anno di fila il titolo costruttori. Inoltre, con la caduta di Quartararo, abbiamo ridotto a 10 lunghezze il distacco con 5 gare ancora disputare. Il campionato è riaperto e ce la giocheremo fino alla fine". Ciabatti ha anche affrontato lo spinoso tema dei giochi di squadra in vista delle prossime gare. "Intanto l'anno prossimo Bagnaia e Bastianini partiranno con le stesse possibilità – ha puntualizzato -. Ma adesso faremo delle valutazioni. Non possiamo perdere l'occasione che si è aperta con lo zero di Quartararo ad Aragon. Abbiamo sempre detto che un pilota davanti deve aver il diritto di puntare alla vittoria, ma ora dovremo tenere conto delle dinamiche per non sprecare la chance. Il titolo piloti ci manca dal 2007…", ha concluso Ciabatti.